lunedì 26 ottobre 2015

Il marmo nell’arredamento



Da secoli il marmo trova largo impiego nell’arredamento, ampiamente usato fin dall’antichità come materiale per la scultura e l’architettura, si forma attraverso un processo metamorfico da rocce sedimentarie quali la dolomia e il calcare.
Il termine “marmo” deriva dal greco marmaros che significa “pietra splendente”ed indicava quelle pietre che potevano essere lucidate tramite levigatura.





Il marmo estratto dalla cava viene tagliato in lastre di diverso spessore, ovviamente il costo dipende dalla provenienza, dalla lavorazione, dal tipo di marmo, ma per fortuna non è sempre costoso e possiamo realizzare cosi grandi effetti davvero entusiasmanti! 
Nell'arredo di una casa non vanno tenuti in considerazione solo il mobilio ma anche i rivestimenti interni, quali ad esempio i pavimenti. A questo proposito il marmo è uno tra i molteplici materiali tra i quali scegliere la pavimentazione ed è da sempre simbolo di stile, eleganza e grande gusto.

Si accorda sia nelle case moderne sia in quelle antiche ma bisogna saperlo ambientare nel modo corretto per non creare note stonate. A tal fine oggi vi propongo questa guida su come ambientare i pavimenti di marmo. 


Il marmo negli interni viene usato a partire dalla fine del ‘500 e negli ultimi due secoli ha trovato sempre più spazio nell’arredamento, grazie alle sue caratteristiche indiscusse di durata, di pregio, di solidità.
Il primo passo nella scelta dei pavimenti in marmo consiste nella scelta dei colori.


Le opzioni sono davvero tante essendo un materiale che naturalmente presenta una svariata gamma di sfumature. Nello scegliere il colore della pavimentazione è opportuno tenere in considerazione la grandezza e la luminosità dell'ambiente. 



Una pavimentazione scura può essere la soluzione ottimale per un grande ambiente ben illuminato ma non risulterebbe adatta a valorizzare piccole stanze. Tenete a mente anche il colore dei mobili che questo ambiente deve accogliere, una pavimentazione neutra si addice praticamente a tutto mentre colori accesi e definiti possono stonare se mischiati erroneamente tra loro.


Una delle sue caratteristiche principali è la durata nel tempo, per questo viene usato per il rivestimento di scale o pavimenti, elementi che sono sottoposti ad una forte usura.




La sua brillantezza, i suoi colori, le sue venature, il senso di robustezza che emana fanno del marmo un materiale molto usato anche in ambienti quali il bagno o cucina, anche se in questi casi, deve essere trattato con prodotti appositi.



amedeoliberatoscioli