giovedì 28 maggio 2015

MOBILE/CONTENITORE BOBY - DESIGNER JOE COLOMBO



Boby è molto più di un semplice contenitore, è il carrello contenitore che ha fatto storia del design. Lanciato nel 1970 su progetto di Joe Colombo, ha vinto il primo premio allo SMAU nel 1971 ed è parte della collezione permanente del MoMA e della Triennale di Milano.





Funzionalità e dettaglio rappresentano i suoi punti forti che, insieme al sapore innegabilmente pop, continuano a farne il carrello preferito tanto nel settore della creatività, quanto in quello medicale e della casa. Progettato con cassetti e scomparti in ABS stampato ad iniezione che garantiscono una facile componibilità verticale, Boby permette di ottenere capienze personalizzate, mentre le ruote in polipropilene ne garantiscono la mobilità.



Carrello contenitore che ha fatto storia, Boby si distingue soprattutto per l’elevata versatilità. Progettato per garantire una facile componibilità verticale, permette di ottenere capienze personalizzate. La struttura e i cassetti sono realizzati in ABS stampato ad iniezione, mentre le ruote sono in polipropilene. Primo premio allo SMAU nel 1971. Parte della collezione permanente del MoMA di New York e della “Triennale” di Milano.



DESIGNER: JOE COLOMBO
Cesare (detto Joe) Colombo nasce a Milano nel 1930. Autodidatta frequenta l’accademia di Brera e per alcuni anni la facoltà di Architettura al Politecnico di Milano. Prima di designer fu pittore, costruttore edile, commerciante di automobili (la passione per le auto rimase), imprenditore nel campo elettrico. L’utopia tecnologica del design di Joe Colombo raccoglie molte delle speranze degli anni 60 in Italia e in Europa senza rimanere prigioniera di vincoli ideologici.Ecco di seguito alcune delle più significative tappe della Sua rapidissima escalation a designer di fama internazionale, simbolo di un’epoca.Nel 1963 apre il Suo primo studio a Milano.Nel 1964 vince 3 medaglie alla XIII Triennale di Milano.Nel 1967 vince il Compasso D’oro.Nel 1968 ottiene il Suo primo Design International Award a Chicago.Nel 1969 già tre Suoi oggetti fanno parte della collezione permanente del MOMA.Scompare prematuramente il 30 Luglio del 1971 nel giorno del Suo 41° compleanno.



A:L: