mercoledì 1 aprile 2015

Consigli utili: Realizzare una parete in pietra


Da sempre la pietra costituisce uno dei materiali da costruzione più usati nella storia, poiché facile da reperire e resistente, più isolante del legno; la pietra ha fatto da tecnica costruttiva tradizionale per secoli. 










In qualsiasi ambiente e su qualsiasi stile di arredamento, la pietra dona un tocco di eleganza e originalità. 






Realizzare una parete in pietra non è un lavoro troppo costoso come si potrebbe immaginare e a volte può arricchire anche un appartamento moderno, donandogli carattere e grinta.


In genere è preferibile riservare la pietra solo ad una delle pareti di una stanza, per evitare un effetto eccessivamente pesante alla vista; inoltre così spiccherà di più rispetto alle altre pareti che invece saranno intonacate. 





Se la vostra abitazione è relativamente vecchia, magari risalente a prima del 900, potrebbe darsi che al di sotto dell'intonaco i muri portanti siano stati costruiti con pietre. In tal caso vi basterebbe riportarle alla luce, portando via l'intonaco dalla parete e ripulendolo con prodotti specifici, ma questo non è un lavoro "fai da te", bisogna rivolgersi a un operaio specializzato che saprà come procedere.


Se, invece, si vuole creare ad arte una parete in pietra, la cosa migliore è rivestire la parete esistente con dei materiali appositi, falsando un po' la tecnica costruttiva utilizzata in realtà.






Non è necessario rivestire in pietra un'intera parete per ottenere il tanto desiderato effetto. Si può pensare di rivestire la parete solo fino a metà altezza, oppure effettuare solo dei particolari, come ad esempio solo lo spazio riservato a uno specifico mobile, oppure una nicchia altrimenti insignificante. 


È molto importante abbinare la pietra con l'arredamento e lo stile dell'abitazione. In un appartamento moderno vanno bene le riproduzioni di pietre tipo ardesie, lo stile più rustico predilige i finti ciottoli. Per il classico, benissimo le riproduzioni in tufo.