sabato 2 agosto 2014

CONSIGLI UTILI : Come apparecchiare una tavola al mare.


Apparecchiare una tavola al mare è molto semplice: bisogna solo curare diversi dettagli che renderanno estiva e marina la vostra tavola.


Dai segnaposto al portatovaglioli, dalle decorazioni allo stile delle stoviglie, dovrà essere tutto in stile per un’atmosfera perfetta.






Anche la tavola più informale e veloce merita di essere apparecchiata correttamente, con posate e bicchieri nella giusta posizione. Ma come ricordarsi la collocazione di tutti gli elementi? E chi, almeno una volta, non si è sentito come nella celebre scena di “Pretty Woman” alla prese con le escargot?

Ecco un piccolo schema che vi può aiutare a memorizzare visivamente le diverse posizioni:

  
1. Colori

Come prima cosa, dovete pensare ai colori. La tavola al mare deve richiamarsi alle tonalità dell’acqua e del cielo, dei gabbiani e della sabbia. Quindi puntate sulle gradazioni di azzurro, grigio, bianco, blu e giallo.



2. Tovaglia

Per la tovaglia scegliete dei tessuti freschi e leggeri: tipici del mare sono il cotone bianco e il lino, preferibilmente beige, al naturale. 



3. Decorazioni

Per le decorazioni, potete recuperare tutto quello che vi ricorda l’ambiente marino: le conchiglie, i sassolini, i legnetti consumati recuperati in riva al mare, e così via.

Per l’acqua utilizzate una brocca in stile, oppure delle bottiglie colorate che daranno un tocco di originalità in più alla tavola.






Questo piatto è un must dei pranzi al mare, ma anche delle fresche cene estive. 

Ingredienti per 4 persone:

200 grammi di farro perlato
250 grammi si pomodorini datterini
100 grammi di tofu affumicato
2 cucchiai di olive taggiasche sott’olio
3 cucchiai di azuki
5-6 carciofi al naturale
3 cucchiai di funghi champignon al naturale.
Qualche foglia di basilico
2 cucchiai di olio evo
Un cucchiaio di maionese vegan

Sale e pepe q.b.


Lessare il farro in abbondante acqua salata per circa 35/40 minuti. A cottura ultimata, scolatelo sotto acqua corrente fredda per fermare la cottura.
Tagliamo a cubetti il tofu affumicato.
Lavare, asciugare e condire i pomodorini con un cucchiaio di olio, basilico spezzettato, sale e pepe a vostro piacimento. Ai pomodorini conditi aggiungiamo il resto delle conserve, ben scolate.
Quando il farro si sarà raffreddato, aggiungiamo il nostro condimento, mescoliamo, ed eventualmente aggiustiamo di sale, pepe e olio.
Infine, se ci piace, aggiungiamo la maionese e lasciamo insaporire e raffreddare in frigorifero per almeno un’oretta.


4. Centrotavola

Prendete un cesto di vimini e riempitelo con la frutta estiva di stagione. Oppure, create un vaso di conchiglie.



Altrimenti usate le conchiglie: prendete dei rametti secchi e intrecciateli dandogli la forma di una corona abbastanza grande e fermandoli con dello spago o del filo di ferro. Poi prendete delle conchiglie e, con la colla a caldo o a lunga tenuta, incollatele sui rami in ordine sparso.



5. Posate e stoviglie

Prendete dei piatti adeguati al tema della vostra tavola. Dovranno essere semplici, di ceramica, magari con il bordo blu o con dei disegni che ricordano il mare. La stessa cosa vale per i bicchieri, prendete quelli di vetro con la forma delle gocce d’acqua sopra, potete sceglierli trasparenti o colorati, in tinta con le tonalità estive del mare. Usate un tocco di creatività ad esempio, quando servite il pesce. Al posto dei piatti, potete servirlo in una grande conchiglia.





Per le posate, preferite quelle semplici di acciaio, magari con il manico in plastica con le bolle della stessa tonalità dei bicchieri.





6. Segnaposto

Prendete una piccola bottiglia di vetro e metteteci dentro un foglietto arrotolato con il nome dell’ospite che dovrà sedersi in quel posto. Una sorta di “messaggio nella bottiglia” che renderà ancora più divertente sedersi a tavola. In alternativa, potete creare un segnaposto con la lavanda: prendete tre fiori di lavanda e due rametti di rosmarino, legateli insieme con un nastro o con dello spago grezzo e appoggiate il segnaposto sul tovagliolo. Un’altra idea è quella di prendere dei vecchi fogli di giornale e di fare delle piccole barchette da marinaio. Sulla vela potete mettere uno stuzzicadenti con un’etichetta dove sopra scriverete il nome.





Altrimenti, usate i ricci di mare. Raccogliete i gusci sulla spiaggia e poi spennellateli con lo smalto colorato. Fate passare un filo di tulle in tinta alle due stremità del riccio e legateci il bigliettino con il nome dell’invitato.


7. Portatovaglioli

Usate le conchiglie.

Raccogliete delle conchiglie sulla spiaggia e poi incollatele a dello spago grezzo da legare intorno ai tovaglioli.


Se non avete le conchiglie, potete usare una retina o solo lo spago, che ricorderanno le corde e le reti dei pescatori.

amedeoliberatoscioli.blogspot.it