sabato 12 luglio 2014

BIANCO



IL BIANCO è l’ideale per le case piccole e gli spazi molto irregolari, ma anche in un loft superspazioso ha il vantaggio di esaltare la luminosità amplificando gli ambienti.









Le tinte neutre del bianco sono ideali per decorare gli interni: pacate e rassicuranti sanno diventare lo sfondo più adatto per valorizzare altri colori oppure possono diventare il centro dell’attenzione con naturalezza.



È davvero difficile, se non impossibile, sbagliare gli abbinamenti cromatici quando si ha a che fare con la palette del bianco, ecco perché è la più usata e amata dagli arredatori.

Le tante variazioni di bianco, colore delicato e gradevole, non passano mai di moda: mantengono il loro splendore con ogni tipo di luce e sono ideali sia in ambienti contemporanei che in spazi dall’arredamento essenziale.





Il bianco è un colore neutro infallibile nel rendere accogliente e luminoso uno spazio domestico: la sua palette cromatica è molto ricca e va dalle tinte più fredde come il bianco ghiaccio, il titanio e il porcellana a quelle delicate del color ricotta o mascarpone, dalle nuances perlate contenenti tocchi di grigio o di rosa a quelle ricche e cremose del bianco panna e cappuccino.


Su tutti trionfa da sempre il bianco avorio colore semplice, sobrio e rilassante, molto amato dagli arredatori per la sua innata eleganza e adattabilità a qualsiasi altra tinta. Il bianco avorio è perfetto sia in ambienti piccoli sia in stanze ampie e piene di luce: limitati a poche tonalità in spazi ridotti mentre in luoghi più spaziosi osa pure alternando nuance e texture diverse.


I bianchi avorio si addicono a tutte le stanze di casa ma in particolare rendono al meglio nei soggiorni, nelle camere da letto e nei bagni: piuttosto che su un'intera parete preferisci però usarli su finestre, porte e su dettagli architettonici.







Legno, pietra, granito e in generale tutte le superfici naturali, sono ottimi se affiancati ai bianchi perché ne risultano valorizzati, in alternativa, se vuoi rompere la monocromia del bianco usa accenni di rosso pompeiano, terracotta e cacao oppure osa con il turchese e il verde lime.




Le tonalità cremose del burro, ideali in tutti quegli ambienti che vedono la presenza di materiali e colori naturali, risultano calde e avvolgenti: abbinale con successo al blu, al verde, all’ocra o al sabbia per ricreare atmosfere provenzali o mediterranee.



Il bianco biscotto, invece, si sposa bene ai pellami e ai tessuti come il velluto e il damasco o a superfici riflettenti come lampade, candelabri in ottone e cornici dorate.



amedeoliberatoscioli