venerdì 2 maggio 2014

CONSIGLI UTILI : Riconoscere Un Tappeto Antico



Non è facile per chi non ha esperienza nel settore dei tappeti orientali riconoscere l'età di un tappeto, se è antico,vecchio o moderno.


Tuttavia per aiutarvi nell'acquisto di un tappeto antico potete leggere questo breve post così da farvi un'idea e dubitare dei classici venditori di tappeti "antichi".





Bisogna innanzitutto sapere che se un tappeto è veramente antico esso ha intrinsecamente dei segnali riconoscitivi facilmente individuabili, anche per l'occhio meno esperto, basta leggere questa guida. Per chiamare un tappeto antico bisogna che l'esemplare abbia minimo 80 anni di età o più, altrimenti è considerato solo vecchio e quindi molto meno costoso.




I tappeti antichi non erano annodati con la precisione di quelli nuovi, perchè i telai d'epoca erano artigianali quindi gli annodatori dei tappeti antichi, pur bravissimi, non potevano eseguire i nodi ghiordes o senneh con la massima precisione. Già questo è un primo elemento di valutazione.



Altro elemento è la colorazione dei filati. Anticamente si usavano solo tinture vegetali il cui mordente era indelebile, quindi basta prendere un angolo del tappeto strofinarci sopra un panno inumidito nell'alcool e se non rilascia colore e un ottimo segnale di vetustà.



L'ennesima prova di un tappeto antico è l'usura e antico non significa necessariamente consumato. Gli orientali non calpestano i tappeti con le scarpe ecco perchè da loro durano di più, tuttavia un tappeto d'epoca ha sempre qualche "ruga d'espressione" che non depaupera la bellezza, anzi lo rende più attraente sotto certi aspetti.
Esso avrà sicuramente un abbassamento di vello oppure degli "abrage" dovuti all'età..


AmedeoLiberatoscioli