martedì 4 marzo 2014

Appartamenti di piccole dimensioni : Come organizzare gli spazi.


Gli appartamenti di piccole dimensioni sono soluzioni oggi molto sfruttate per via dei costi contenuti rispetto a un alloggio di grandi metratura ma possono creare dei problemi legati all’ organizzazione degli spazi.


Spesso, infatti, chi vive in un’abitazione di questo tipo non riesce a trovare un arredamento funzionale alle proprie esigenze e, soprattutto, che riesca a organizzare in maniera ordinata e razionale tutto quello che serve all’interno di un appartamento.


Con questa guida scoprirete tutti i piccoli trucchi per poter arredare il vostro appartamento in modo tale da sfruttare e valorizzare perfettamente lo spazio a vostra disposizione.





Iniziamo la ricerca del nostro arredamento soffermandoci sulla camera da letto. Elemento centrale della stanza è senza dubbio il letto. Questo, singolo o matrimoniale che sia, può diventare un nostro grande alleato.

Il trucco, in questo caso, consiste nello scegliere un modello contenitore in cui poter riporre non solo lenzuola, coperte e piumoni ma anche, ad esempio, gli abiti inutilizzati nel cambio stagione. Per tale scopo possiamo anche adoperare i “sacchetti per il sottovuoto” che, con l’ausilio dell’aspirapolvere, ci permettono di comprimere una grande quantità di indumenti (si possono adoperare anche per le coperte). Tornando al letto teniamo presente che possiamo scegliere un modello la cui testata o le parti laterali fungano da portalibri.



Altro componente d’arredo molto importante è l’ armadio.

Scegliendo un modello ad ante scorrevoli, possiamo posizionarlo più facilmente all’interno della stanza collocandolo, ad esempio, di fronte o lateralmente al letto senza il bisogno di avere una certa distanza tra i due elementi. Piccolo o grande che sia, dobbiamo sfruttare al meglio il potenziale del nostro armadio.



Possiamo comprare, ad esempio un portacravatte da appendere direttamente all’interno e utilizzare delle scatole per sistemare e organizzare accessori come cappelli, sciarpe,scarpe ecc... .




Non dimentichiamo che, sempre grazie all’uso di belle scatole e colorate, la parte superiore dell’armadio può diventare un ulteriore ripiano.


Per completare la nostra camera da letto, soffermiamoci adesso sugli altri elementi di arredo, valutando se inserire o meno uno o due comodini e l’utile mobile specchiera. Infine utilizzando il metro misuriamo lo spazio restante per capire come possiamo utilizzarlo al meglio.


Basta una piccola parte di parete, ad esempio dietro la porta, per poter collocare una piccola scarpiera (oggi vi sono in commercio modelli molto sottili) mentre un minimo spazio, magari ai lati dell’armadio, può diventare un ottimo “nascondiglio” per scatole o per oggetti non proprio piacevoli alla vista, come ad esempio, l’asse da stiro. 


Il secondo ambiente da analizzare è la cucina. Per prima cosa dobbiamo decidere l’entità della spesa che vogliamo affrontare. Se, infatti, la casa è di nostra proprietà, possiamo anche spendere nell’arredamento una cifra consistente; se, invece, siamo in affitto, sarà meglio cercare delle alternative che ci permettano una spesa contenuta. In entrambi i casi, comunque, possiamo trovare tranquillamente la soluzione che fa per noi.


Gli elementi fondamentali della cucina sono il frigo, il piano cottura con forno e cappa e il lavello con relativo scolapiatti. Già questi elementi possono aiutarci a organizzare nel modo migliore la nostra cucina. Nella parte superiore dello scolapiatti, ad esempio, possiamo lasciare stabilmente piatti, bicchieri, tazze e gli altri elementi del servizio che usiamo giornalmente in modo tale da non doverli sistemare in altri mobili. La cappa lasciata a vista è un bell’elemento decorativo, ma l’ideale per un appartamento di piccole dimensioni è scegliere una cappa con filtri in carbone sostituibili. In questo modo, infatti, non ci servirà “il tubo aspirante” che solitamente occupa tutto il pensile sopra il piano cottura, che a questo punto risulta libero e a nostra disposizione.


Teniamo presente che anche la parte superiore del frigo può essere utilizzata come piano d’appoggio, ma l’ideale è scegliere di inserire una colonna frigo che lo contenga, perché nella maggior parte dei casi, questa comprende un vero e proprio pensile sopra frigo. Se l’ambiente è abbastanza grande da ospitare altri elementi d’arredo, ricordiamo che sarà bene variare la costituzione di pensili e basi cercando di inserire oltre ai ripiani anche qualche cassetto o il comodo cestello estraibile.





Sarà anche utile posizionare un piccolo mobiletto/carrellino sia per sistemare particolari alimenti come cipolle, aglio, patate, ma anche per avere un ulteriore piano d’appoggio. Un problema che riguarda quest’ambiente è collocare i vari contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti.




In questo caso è bene utilizzare un contenitore piuttosto piccolo, da inserire nel mobile sotto lavello per i rifiuti organici, mentre per gli altri rifiuti possiamo scegliere dei raccoglitori con più scomparti, in modo tale da poter inserire diversi tipi di rifiuti in un unico contenitore. Anche in cucina, infine, non dimentichiamo di sfruttare al meglio le pareti per appendere, ad esempio, strofinacci, presine, ma anche un utilissimo porta sacchetti.




Solitamente anche negli appartamenti più piccoli non manca una zona adibita a soggiorno, spesso unita o prolungamento dell’ambiente cucina. Misuriamo attentamente lo spazio a nostra disposizione per capire se possiamo inserire in quest’area un divano molto più comodo, ma soprattutto più utile, rispetto alle poltrone.


Anche per il divano, infatti, si può scegliere un modello contenitore in cui riporre plaid, tovaglie o, ad esempio, i panni da stirare. Cerchiamo di inserire in quest’ambiente anche una parete attrezzata .


Di queste ne esistono di ogni tipo e misura e sono utilissime per dare una collocazione a tv, lampade, cornici,libri, dvd, documenti ecc. Piccolo trucchetto: evitiamo di scegliere la classica “vetrina” dove la maggior parte dei ripiani è esposta alla vista, ma preferiamo modelli con cassetti e ante di legno in modo tale da poter collocare all’interno qualsiasi tipo di oggetto.




Fondamentale è anche la scelta del tavolo. Preferiamo un modello pieghevole, che nella quotidianità occupi poco spazio, ma che permetta, nello stesso tempo, di far posto all’ occorrenza a più commensali. Non dimentichiamo infine le innumerevoli soluzioni offerte dalle scaffalature che possiamo collocare in qualsiasi parete disponibile e che possono diventare,ad esempio, delle vere e proprie librerie..


L’ambiente solitamente più sacrificato nelle case di piccole dimensioni è il bagno, ma anche per questa stanza esistono varie accortezze da utilizzare per arredarla al meglio. Per prima cosa teniamo presente che sarà bene non utilizzare un semplice specchio posizionato sopra il lavandino, ma scegliere un mobiletto specchiera con un ripiano centrale e piccole ante laterali dove riporre creme, saponi, spazzole ecc.


Sotto il lavandino invece, possiamo inserire un sottolavabo, ottimo per riporre detersivi, carta igienica, scorte di saponi, dentifrici ecc.

Mobili di questo tipo possono essere ordinati su misura oppure presi in “misure standard”, poiché adattabili alla maggior parte dei lavabi. Acquistando invece il classico set da bagno (porta sapone, bicchiere porta spazzolini ecc.) possiamo posizionare direttamente sul lavandino tutti gli elementi utili per la nostra igiene quotidiana.



Se l’appartamento è di nostra proprietà, possiamo anche sostituire il termosifone classico con uno “scaldasalviette”, utile sia perché occupa meno spazio (si estende più in altezza che in larghezza) sia perché possiamo utilizzarlo come porta asciugamani. Per queste ultime comunque possiamo scegliere dei porta asciugamani da muro solitamente molto pratici e comodi. Nel bagno, solitamente, ritroviamo anche lo spazio per la lavatrice. Non dimentichiamo che anche questa può rappresentare un comodo ripiano in cui posizionare detersivi e bacinelle e che può essere sormontata da un pensile o una scaffalatura. All’interno della doccia o sopra la vasca da bagno, posizioniamo la classica “angoliera” o vari appendini, per avere sempre a portata di mano spugne, bagno schiuma, shampoo ecc.

Non dimenticate mai:


  • Se il nostro appartamento non è dotato di ripostiglio possiamo cercare di sostituirlo collocando in un angolo della casa o in un balcone un piccolo armadio.


  • Per ambienti molto piccoli, come corridoio e angolo cottura, possiamo sostituire i lampadari con delle piccole plafoniere.



  • Per le finestre più piccole possiamo sostituire le classiche tende con delle mini tendine da posizionare direttamente sull’anta della finestra.


  • Per creare un angolo pc nel nostro mini appartamento possiamo comprare un mobiletto da pc che occupando pochissimo spazio diventa una vera e propria mini scrivania.




  • Se non abbiamo lo spazio sufficiente per un appendi abiti classico possiamo sostituirlo con uno da parete da appendere vicino la porta d’ingresso.

amedeoliberatoscioli.blogspot.it