mercoledì 8 gennaio 2014

CONSIGLI UTILI : Come riscaldare gli ambienti esterni


Sia che si tratti di giardini, terrazzi o gazebi, gli ambienti esterni hanno bisogno di essere correttamente riscaldati.



A tal proposito si fa riferimento a strutture cosiddette saltuarie o localizzate, che rendono fruibili ed utilizzabili gli ambienti esterni anche quando le temperature diventano rigide e poco gradevoli.

Nel dettaglio all’interno di questo post passerò in rassegna le varie tipologie di riscaldamento, soffermandomi sia sugli aspetti tecnici che sul design.






Se anche voi dunque dovete riscaldare degli ambienti collocati all’aperto e avete bisogno di alcuni suggerimenti aggiuntivi, leggete con attenzione il contenuto di questa guida.

Tra le tipologie di riscaldamento per esterni, la più classica è rappresentata dai funghi.




Conosciute anche come stufe a fiamma, si tratta di supporti che possono essere alimentati sia a metano che con l’ausilio di bombole gpl. In quest’ultimo caso, oltre a presentare dei pannelli copri bombola, i funghi vengono fatti funzionare in modo manuale o automatico utilizzando degli appositi telecomandi che permettono di regolare il calore anche a distanza.






Passando ad impianti più evoluti, non possono non essere citate le stufe a raggi infrarossi.

Nel dettaglio si tratta di diffusori di calore che sfruttano un particolare fenomeno che è quello dell’irradiamento. Oltre ad una dispersione di calore inferiore ai modelli classici, è importante sottolineare che queste stufe non presentano né bombole per la combustione né tanto meno fiamme libere.






Tra le tipologie più diffuse sono presenti sia lampade a parete che modelli a lampione. In particolare quest'ultima categoria è dotata di una base detta anche piantana che permette alla lampada di essere appoggiata a terra.


Rimanendo sui diffusori ad infrarossi, meritano di essere menzionati anche i pannelli su ruote.

 

Grazie alla loro struttura generalmente in acciaio e soprattutto alla presenza della particolare base mobile, queste lampade rappresentano una valida alternativa nel campo del riscaldamento da esterno.

La particolarità di questi diffusori va ricercata nella diffusione del calore che può coprire superfici ampie fino a quindici metri quadrati..


Se volete dare invece un tocco di eleganza ai vostri spazi, dirigetevi con fiducia verso i bracieri.



Oltre al design assolutamente innovativo, questi accessori da esterno possono essere utilizzati anche come griglia o barbecue.




Tecnicamente si tratta di contenitori in acciaio che grazie ad apposite tecnologie e rivestimenti riproducono dei veri e propri caminetti da esterno.






Non perdeteveli se siete alla ricerca di atmosfere magiche e suggestive.


amedeol.