venerdì 14 giugno 2013

Roberto di Sipio


Roberto Di Sipio
(1982-2013)
P i t t u r a  d’ A z i o n e

A cura di Sabrina Zimei




Questo post è dedicato al mio amico Roberto


Roberto Di Sipio, classe 1982, architetto per formazione, decide nel 2005 di restituire le declinazioni della sua anima su tela.
È pittura d’azione la sua, si concretizza in un linguaggio esuberante e vigoroso di segni e gesti pittorici liberi, impetuosi, che si configurano come la diretta registrazione dei movimenti dell’artista nello spazio.






Il dripping Pollockiano è il suo primo approccio tecnico dove la tela non risulta più una semplice superficie su cui riprodurre oggetti della realtà, ma un arena in cui combattere ed esternare la propria straripante energia creativa.


Pittura immediata, libera e spontanea nella quale tutto il corpo dell’artista viene coinvolto nella realizzazione dell’opera, di cui l’esecuzione è affidata alla gestualità del braccio, una pittura fatta di sgocciolature, spruzzi, macchie, poste in posizione orizzontale.



I segni che ne conseguono configurano un’ immagine caotica, un intreccio irrazionale ed informale di colori e linee, frutto di una gestualità casuale che vuole portare in superficie le motivazioni nascoste dell’inconscio, legandosi così alle posizioni filosofiche contemporanee di matrice esistenzialista.


E’ attraverso una costante ricerca formale che arriva a maturare una sua personale struttura stilistica, che lo porta ad una produzione informale caratterizzata da una successione materica di substrati cromatici spesso compartati nella purezza delle forme geometriche.



C’è l’artista, l’architetto, l’esteta in queste tele, c’è il cinismo nel vedere la vita per quello che era ed il coraggio nel raccontarla. È visibile la melanconia, la sua.



“Avrebbe fatto di questa vita un capolavoro …”



La mostra delle opere di Roberto Di Sipio si tiene presso Appartamento Lago, C.so Vittorio Emanuele II, 10 a Pescara, dall’8 al 15 giugno.






Di seguito potete leggere questa breve ma bella intervista che ho trovato fatta dal sito Europaconcorsi a Roberto

Intervista a Roberto Di Sipio ( europaconcorsi )

Il senso dell'architettura risiede in ognuno di noi.


La tua casa brucia, quale libro, quale film e quale opera salvi?

Delirious New York_ Rem Koolhaas


Con quale architetto del passato faresti volentieri quattro chiacchiere?

Mies


Qual è il tuo materiale da costruzione preferito?

Il metallo


La casa che vorresti abitare?
Mirror Cube_Lapland

Mirror Cube Lapland

Mirror Cube Lapland




Ciao Roberto....