domenica 19 maggio 2013

Come ridurre i consumi del 10% in cucina




Ciao a tutti, questo è il primo post che vi scrivo utilizzando il tablet quindi spero che sia tutto chiaro. Ok possiamo iniziare. La cucina è la stanza della casa in cui si consuma maggior energia. Tutto ciò ovviamente si traduce in rincari per la bolletta elettrica e meno soldi per le vostre tasche. Vediamo quindi come poter ridurre i consumi del 10% in cucina, con piccoli e semplici accorgimenti che influiranno minimamente sulla vostra quotidianità.



Sarete così contenti di risparmiare un bel po' che non tornerete più alle vecchie abitudini e consiglierete a tutti questo nuovo stile di vita e spero anche il mio post.




I primi e più importanti accorgimenti riguardano il piano cottura.

Qui non avrete un dispendio di elettricità, bensì di gas. Ci sono però alcuni trucchi che aiutano a ridurne il consumo. Su ogni fornello sarebbe innanzitutto utile posizionare una retina spargi fiamma.


Costano soltanto pochi euro, ma hanno la particolarità di diffondere uniformemente il calore sulla padella. In questo modo cucinerete in minor tempo e potrete tenere la fiamma più bassa ottenendo lo stesso risultato. Anche le pentole stesse dovranno subire degli accorgimenti. Ecco quindi che la cottura a castello (impilando le padelle una sull'altra) sarebbe da preferire alla cottura normale.


Si tratta di un espediente per risparmiare ulteriore gas, dato che avrete anche il calore del vapore che velocizzerà la cottura. Infine coprite sempre le pentole con i coperchi in modo da non disperdere il caldo, ma scegliete coperchi con un piccolo foro da un lato. Il foro, infatti, permetterà all'aria di entrare nel tegame evitando ai liquidi di uscire e spegnere la fiamma. Contemporaneamente risparmierete anche sui detersivi solitamente usati per pulire il piano, dato che lo sporcherete molto meno.



Due trucchi fondamentali andranno applicati nella preparazione del piatto italiano per eccellenza, vale a dire la pasta. Anche se non ve ne accorgete, cucinare la pasta crea un dispendio di acqua e gas notevole. Ridurre lo spreco però è possibile. Innanzitutto quasi tutte le famiglie sono solite usare troppa acqua per la cottura di questo alimento. Sappiate perciò che una pastasciutta per due persone richiede solamente un litro d'acqua. In questo modo durante un intero anno risparmierete decine di litri. Inoltre il liquido di cottura, data la grande quantità d'amido contenuta, sarà ideale per concimare le piante o per lavare i capi di lana. Ricordatevi poi di mettere il sale solo quando l'acqua sta già bollendo. E' infatti risaputo che il sale rallenta l'ebollizione, quindi avrete uno spreco maggiore di gas.


Ed infine gli ultimi consigli  : 

Durante l'inverno usate i termosifoni come fonte di calore per scaldare le pentole. E' un espediente utile soprattutto se le pietanze sono già cotte in questo modo non dovrete necessariamente accendere i fornelli o il forno per quanto riguarda quest'ultimo, poi, utilizzatelo solo se strettamente necessario, dato che anche i modelli in classe A consumano molta elettricità  Quando decidete di usarlo, inoltre, cercate di programmare la cottura dei cibi, in modo da cuocerli tutti nel forno. Infine almeno una volta ogni sei mesi spolverate le spire posteriori del frigo tenendole sempre pulite, infatti, il condensatore riuscirà ad eliminare il calore più velocemente.  



Se seguirete tutti questi accorgimenti noterete ben presto un risparmio considerevole.  



Provare per credere.
Al