venerdì 29 marzo 2013

Speciale vino : Antinori




La Famiglia Antinori si dedica alla produzione vinicola da più di seicento anni: da quando, nel 1385, Giovanni di Piero Antinori entrò a far parte dell' Arte Fiorentina dei Vinattieri. In tutta la sua lunga storia, attraverso 26 generazioni, la famiglia ha sempre gestito direttamente questa attività con scelte innovative e talvolta coraggiose ma sempre mantenendo inalterato il rispetto per le tradizioni e per il territorio.






La Marchesi Antinori esprime la propria passione per la viticoltura cercando margini di miglioramento sempre più sottili. Per questo si effettuano continui esperimenti nei vigneti e cantine con selezioni di cloni di uve autoctone ed internazionali, tipi di coltivazioni, altitudini dei vigneti, metodi di fermentazione e temperature, tecniche di vinificazione tradizionali e moderne, differenti tipologie di legno dimensioni ed età delle botti, e variando la lunghezza dell'affinamento in bottiglia.

 
"Abbiamo dimostrato, negli anni, che in Toscana ed Umbria c'era la possibilità di produrre vini di qualità, riconosciuti a livello internazionale, che potessero mostrare eleganza e finezza mantenendo sempre il carattere originario.La nostra biblioteca ha molti titoli, ma per noi non è abbastanza ricca. Abbiamo una missione che non è del tutto compiuta, il che ci spinge ad esprimere il vasto potenziale dei nostri vigneti e a conciliare il nuovo che rimane da scoprire con il patrimonio del gusto toscano che include tradizione, cultura, agricoltura, l'artistico ed il letterario che infatti rappresentano l'identità della Marchesi Antinori, di cui uno dei maggiori punti di forza sta nel fatto di essere toscana, o, se preferite, la nostra 'toscanità'." Piero Antinori.





Il palazzo



Palazzo Antinori, residenza della famiglia in Firenze, si trova in Piazza Antinori, a pochi passi dall'Arno. Il palazzo, gioiello architettonico del Rinascimento, conta circa 50 stanze ed è stato residenza ed uffici dei Marchesi Antinori dal 1506. Venne disegnato e costruito da Giuliano da Maiano nel 1461 ed ingrandito da Baccio d'Agnolo nel 1543.

La facciata in pietra grezza ha un disegno lineare, armonico, tipicamente rinascimentale; esattamente nel mezzo, lo stemma di famiglia: uno scudo con la parte superiore a losanghe ed il campo inferiore liscio. 

Al piano terreno ci sono un bel cortile ed un giardino; sopra il cortile si affaccia la loggia del secondo piano e dappertutto secoli di arte, statue e arazzi. Il piano terra e parte del secondo piano sono adibiti a uffici e sale di rappresentanza, mentre gli ultimi due piani sono la residenza privata del Marchese Antinori.

Oggi Palazzo Antinori non è solo un edificio prestigioso, sede di un'impresa vinicola ma è soprattutto il simbolo della continuità di un'antica tradizione e di un'antica storia di famiglia che sono diventate una moderna realtà.


Antinori, inaugurata nuova cantina: 

100 milioni di investimenti nel Chianti

 


Firenze, 25 ottobre 2012 - L'eccellenza del vino mondiale vive nel Chianti. Vini amati e commercializzati in tutto il mondo. 

L'apertura della nuova cantina Antinori a Bargino, nel comune di San Casciano val di Pesa, in provincia di Firenze è la testimonianza di come l'eccellenza italiana prosegua nelle sue antiche tradizioni. Proiettate nel futuro.


 

 Un investimento da 100 milioni di euro, per un progetto che è sorto in circa sei anni. C'erano centinaia di invitati alla festa di mercoledì 24 ottobre. Tra loro anche il ministro dell'Ambiente Clini oltre al presidente della Regione Enrico Rossi.



Non solo una cantina: c'è ad esempio anche un ristorante e la famiglia Antinori promuoverà mostre e incontri. "Questa tappa - dice Pietro Antinori - è la conclusione di un percorso che dura da 50 anni". Una cantina che potrà garantire fino a due milioni e mezzo di bottiglie all'anno".


La cantina è stata costruita sbancando una collina intera e poi ricoprendo di terra l'edificio, che consta di 287.000 metri cubi ricavati su 12 ettari di campagna e ottenuti 'gettando' 40.000 metri cubi di cemento piu' 3,5 milioni di chili di armatura in ferro.


La superficie utilizzabile e' di 58.000 metri quadri. Nel cuore della collina ora c'e' un edificio con tre navate lunghe 75 metri dove a una temperatura naturale costante di 17 gradi riposano centinaia di barriques e (molte meno) botti per un potenziale di 2,5 milioni di bottiglie 'lavorate' all'anno.


Fuori, sul 'tetto' non visibile della cantina, e' piantato un vigneto che a scopo didattico riunisce tutte le varieta' di vitigni del Chianti, anche quelli semi-dimenticati. Insieme alla cantina, oltre ai magazzini elle zone di imbottigliamento, ci sono anche : un museo con documenti dall'eta' moderna ad oggi, sale degustazioni, orciaia, vinsanteria, ristorante, libreria, auditorium da 250 posti, un negozio, gli uffici del gruppo che per la prima volta dopo circa sette secoli - fatta salva la sede legale - da Firenze si spostano a Bargino. Il pubblico dei visitatori e degli enoturisti potra' accedervi da febbraio.



''E' un progetto che ha un grande rispetto per l'ambiente e il paesaggio toscano, da cui abbiamo avuto molto, e che ci avvicina alle nostre radici (dal Chianti, nel Medioevo, parti' la storia vinicola della famiglia, ndr) - ha commentato il marchese Piero Antinori insieme alle figlie Albiera, Alessandra e Allegra -. Abbiamo voluto contemperare l'esigenza della produzione con quello dell'ambiente.








I Vini
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------






Tignanello

Toscana IGT
Tenuta Tignanello




 

 


E' stato il primo Sangiovese ad essere affinato in barrique, il primo vino rosso moderno assemblato con varietà non tradizionali (quali il Cabernet), e tra i primi vini rossi nel Chianti a non usare uve bianche. Tignanello è una pietra miliare. E' prodotto con una selezione di Sangiovese, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc. Dopo un affinamento in barriques per 12 mesi circa, il vino riposa in bottiglia per un ulteriore anno di affinamento.







Solaia

Toscana IGT
Tenuta Tignanello




 

 


Dallo spicchio più assolato della collina di Tignanello. Dalle migliori uve del vigneto migliore. Il resto è passione, cura, attenzione e ricerca. Così nasce Solaia, prodotto con le più selezionate uve Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Sangiovese dell'omonimo vigneto. Il vino viene poi affinato in barriques per 12 mesi circa e per un ulteriore anno in bottiglia. 






Marchese Antinori

Chianti Classico DOCG Riserva
Tenuta Tignanello




 

 


Questo vino corposo e rotondo è la sintesi di un’accurata selezione delle migliori uve Sangiovese e Cabernet coltivate nelle Tenute del Chianti Classico. Il vino è stato introdotto in barriques nuove, dove entro la fine dell’anno ha completato la fermentazione malolattica. L’affinamento in barriques si protrae per circa 14 mesi a cui seguono ulteriori 12 mesi in bottiglia.







Badia a Passignano

Chianti Classico DOCG Riserva
Tenuta Badia a Passignano




 


Badia a Passignano Riserva è prodotto esclusivamente dalle migliori uve provenienti dall'omonima proprietà situata nell Chianti Classico. La Badia di Passignano è una delle più belle abbazie fortificate della zona ed è rinomata per la produzione vinicola dall'anno mille. La famiglia Antinori acquistò i 325 ettari di terreni attorno alla Badia (di proprietà dell'ordine dei monaci Vallombrosani) nel 1987 e da allora ha in uso le cantine del monastero.






Pèppoli

Chianti Classico DOCG
Tenuta Pèppoli




 

Questo vino, che nasce dai vigneti della tenuta Pèppoli, è un Chianti Classico prodotto con uve Sangiovese con una piccola aggiunta di Merlot e Syrah, concepito per essere consumato nel pieno dell’espressione del frutto.L’affinamento in botti di rovere di slavonia da 55 ettolitri e per un 10% in barriques di rovere americano, si protrae per un periodo massimo di 9 mesi a cui fa seguito un ulteriore affinamento in bottiglia.






Cervaro della Sala

Umbria IGT
Tenuta Castello della Sala




 


Il Cervaro della Sala, "vino-simbolo" della Tenuta che vanta importanti riconoscimenti e soprattutto molti affezionati estimatori, è prodotto da uve Chardonnay e Grechetto; la fermentazione e l'affinamento (di cinque mesi) avvengono in barriques, inseguito, il vino riposa in bottiglia per circa 10 mesi nelle cantine medioevali del castello.





Pinot Nero

Umbria IGT
Tenuta Castello della Sala

 

 

Prodotto esclusivamente da uve Pinot nero è, in un certo senso, "l'alter ego" del Cervaro: insieme rappresentano le due diverse espressioni dell'anima complessa e raffinata del Castello della Sala. L'affinamento del Pinot Nero. L'affinamento del Pinot Nero avviene in barriques per 8 mesi e per i restanti 15 in bottiglia, custodito nelle cantine del Castello.




Conte della Vipera

Umbria IGT
Tenuta Castello della Sala

Vino particolarmente raffinato, nasce da un’accurata selezione di uve Sauvignon Blanc a cui viene aggiunta una piccola percentuale di Chardonnay fermentato in legno; viene poi affinato in bottiglia per alcuni mesi.





San Giovanni della Sala

Orvieto DOC Classico Superiore
Tenuta Castello della Sala

 





Questo vino si caratterizza per un gusto pieno, morbido e ricco. Le varietà usate sono quelle tradizionali per la produzione dell’Orvieto Classico (Procanico, Grechetto, Pinot Bianco, Viognier e Riesling).






Bramito del Cervo

Umbria IGT
Tenuta Castello della Sala

 


 





Interamente prodotto con uve Chardonnay, il cui carattere varietale vinene arricchito dalla fermentazione alcoolica in barriques. Un breve periodo di affinamento in legno, conferisce al vino un colore paglierino carico ed una buona rotondità. 





Muffato della Sala

Umbria IGT
Tenuta Castello della Sala







Questo vino affascinante è prodotto da uve Sauvignon Blanc, Grechetto, Traminer e Riesling attaccate da Botrytis Cinerea, una muffa nobile che si sviluppa sulle uve, complici le nebbie del mattino ed il particolare microclima, e ne riduce il contenuto di acqua. La concentrazione di zuccheri ed aromi che ne deriva conferisce al Muffato il suo particolare ed inconfondibile gusto.




Il Bruciato

Bolgheri DOC
Tenuta Guado al Tasso

 

 


Il Bruciato è il “fratello giovane” del Guado al Tasso, caratterizzato da uno stile più moderno. Proviene da vigneti di alta potenzialità della Tenuta, che però non rappresentano la vetta necessaria alla produzione del Guado al Tasso, in cui, comunque, la gestione della pianta è mirata alla massimizzazione della qualità. Il suo affinamento si svolge per almeno 8 mesi in barrique e per almeno 4 mesi in bottiglia: ne risulta un vino di grande intensità e morbidezza.






Matarocchio

Toscana IGT
Tenuta Guado al Tasso








Il Matarocchio nasce dalla voglia di creare a Guado al Tasso un vino che fosse la massima espressione di una singola varietà e di una singola parcella di vigneto. I nostri vigneti sono suddivisi in tante piccole frazioni, ciascuna con le proprie caratteristiche, che ogni anno vengono raccolte e vinificate separatamente le une dalle altre per avere in cantina una ampia variabilità di vini, stilisticamente differenti. Il Matarocchio nasce proprio da una di queste aree, è un vino di grande eleganza e profondità, che appartiene esclusivamente al terroir dal quale proviene e da una vendemmia da sogno come quella del 2007. 




Scalabrone

Bolgheri Rosato DOC
Tenuta Guado al Tasso







Bolgheri, adesso famosa per i suoi rossi importanti, è tradizionalmente conosciuta anche per i Rosati dai profumi intensi. Lo Scalabrone rosato è prodotto con uve Cabernet Sauvignon e Merlot, con una aggiunta di Syrah ed ha una personalità spiccata, con un colore intenso ed un bouquet fruttato.




Vermentino

Bolgheri DOC
Tenuta Guado al Tasso







Il microclima di Bolgheri, grazie alla specifica conformazione del territorio e alla vicinanza del mare è particolarmente favorevole per la colti- vazione del Vermentino, vitigno tipico del ba- cino Tirrenico. Questo vino fragrante presenta una fresca nota aromatica di frutto e si distingue per la grande piacevolezza ed eleganza.



Pian delle Vigne

Brunello di Montalcino DOCG
Tenuta Pian delle Vigne








Brunello che unisce la tipica struttura e il notevole corpo a un’armonia, un equilibrio e un’eleganza non comuni. Colore rosso rubino intenso; profumo ampio e complesso con note di fiori, vaniglia e cacao. Di ottima lunghezza, complessivamente equilibrato, in bocca è di struttura ampia, piena e vellutata.





Pian delle Vigne Vigna Ferrovia

Brunello di Montalcino DOCG Riserva
Tenuta Pian delle Vigne







Profondo nel colore, elegante e di grande luminosità, avvolgente al naso con note di spezie dolci, frutti di bosco maturi, lievi note di tabacco e piacevoli sentori di cioccolato. In bocca spicca la fitta trama tannica integrata con freschezza e dolcezza, ottima progressione, lungo finale con una sensazione globale di grande equilibrio.




Grappa Pian delle Vigne

Grappa Riserva di Brunello di Montalcino
Tenuta Pian delle Vigne







La Grappa Pian delle Vigne Riserva è ottenuta grazie ad un tradizionale processo di distillazione delle vinacce di uve Sangiovese Grosso, conosciuto come Brunello di Montal- cino, provenienti dalla Tenuta Pian delle Vigne. Ricca di personalità e dotata di notevole struttura organolettica, questa Grappa ha un colore giallo dorato ed offre percezioni olfattive intense ed eleganti; al gusto dona una forte ed avvolgente sensazione dove domina l’equilibrio e non l’aggressione alcolica. L’affinamento avviene in botti di rovere di slavonia per 18 mesi. 



Villa Antinori

Toscana IGT







Ottenuto da uve attentamente selezionate nei migliori vigneti dei Marchesi Antinori in Toscana. Dopo un affinamento di 12 mesi in barriques francesi, americane ed ungheresi, il vino si affina per ulteriori 8 mesi in bottiglia. È un vino complesso, di buona struttura ma con tannini morbidi ed eleganti. 




Villa Antinori bianco

Toscana IGT







Prodotto principalmente da uve tradizionali della Toscana, in particolare Trebbiano, Malvasia, con un’aggiunta di Chardonnay e Pinot Bianco. L’unione di uve tradizionali con quelle non autoctone ha permesso di ottenere un vino fresco ed elegante, senza tuttavia perdere il carattere tipico della regione.




Marchese Antinori Nature

Spumante Metodo Classico







Questo spumante viene preparato con grandi cure ed attenzioni, unendo in parti uguali le migliori uve di Pinot nero, provenienti da vigneti dell’Oltrepò Pavese, e da uve Chardonnay del Trentino. La cuveè nasce quindi dalla combinazione di due differenti “crus”, selezionati per ottenere l’armonia desiderata. L’elevage dura almeno 18 mesi, durante i quali il vino si affina sui propri lieviti. 




Marchese Antinori Donna Cora

Spumante Metodo Classico







Nel 1905 il Marchese Niccolò Antinori cominciò a produrre lo spumante me- todo classico” Nature “ e nel 1995 se ne sono celebrati i 90 anni di vita . Per sottolineare l’esperienza e la capacità raggiunta dai Marchesi Antinori in questa difficile e particolare produzione, fu realizzata una piccola quantità di cuvée, frut- to di un’attentissima selezione delle migliori uve disponibili e di un assemblaggio particolare. Il nome che fu dato a questa selezione celebrativa è stato “ Donna Cora “, da Donna Cora degli Antinori, signora di brillante personalità che visse nei primi del novecento. 




Olio Extra Vergine Laudemio




Il Laudemio era, nella tradizione medievale, la parte del raccolto riservata al signore. Il Laudemio dei Marchesi Antinori mantiene quello che il suo nome “dichiara”: il meglio dagli oliveti delle Tenute del Chianti, coltivato e prodotto esclusivamente per raggiungere la qualità, senza nessuna mediazione. Pur essendo tipico, manifesta caratteristiche organolettiche peculiari che lo rendono inconfondibile.




Olio Extra Vergine Pèppoli

Tenuta Pèppoli








Quest’olio, provenieniente della Tenuta Pèppoli, è prodotto con olive di varietà Frantoio, Moraliolo e Leccino da agricoltura biologica, raccolte a mano e frante dopo poche ore dalla raccolta, con le tipiche molazze in pietra. Presenta una straordinaria personalità organo- lettica, un’ottima struttura ed equilibrio, con una tipica e pronunciata nota piccante finale




Vinsanto Tenute Marchese Antinori

Vinsanto del Chianti Classico DOC







La produzione di Vinsanto in Toscana, e nel Chianti Classico, risale almeno ai tempi medievali. Secondo i dettami della tradizione e di un severo disciplinare viene prodotto il Vin Santo Tenute Marchese Antinori, con selezionate uve Trebbiano e Malvasia che vengono appassite in modo naturale, metodo che richiede tempo e pazienza, e danno vita ad un vino intenso e piacevolissimo per la sua ricchezza di aromi e la sua morbidezza al palato.




Grappa Tignanello

Grappa
Tenuta Tignanello







Proveniente dal Vigneto Tignanello, è una specialità prodotta in quantità limitata nata per proporre i profumi e gli aromi delle uve nate in terra chiantigiana in un distillato fine ed aromatico.




Brandy



Nell’arco di trent’anni il Brandy è stato prodotto solamente quattro volte, in quantità molto limitate. E’ invecchiato per sei anni in piccole botti di rovere ed è caratterizzato da uno stile particolarmente morbido ed elegante.
 
Amedeo Liberatoscioli