lunedì 23 aprile 2012

Castello : Kasteel de Haar Paesi Bassi









Le prime notizie relative a un castello nel luogo dove oggi si trova il castello di De Haar risalgono al 1391. In quell’anno la famiglia Van de Haar ricevette un castello e le terre circostanti come feudo dal principe-vescovo di Utrecht, Hendrik van Woerden. Il castello fu costruito su depositi alluvionali del fiume Reno, infatti il termine haar significa “collina sabbiosa”, da cui la famiglia Van de Haar prese il nome.Nel 1440 morì l’ultimo erede maschio della famiglia Van de Haar. Josyna van de Haar sposò Diurk Van Zuylen, di famiglia di origini tedesche, e il castello passò alla famiglia Van Zuylen van Nijevelt. Nel 1482 durante gli scontri tra il vescovo e la città di Utrecht, il castello fu bruciato e tutte le mura demolite ad eccezione di quelle che non avevano funzione militare. La ricostruzione successiva non ebbe eguali in Europa.Altre menzioni del castello De Haar sono state ritrovate nell’inventario delle possessioni di Steven van Zuylen dal 1506 e in una lista dei feudi nella provincia di Utrecht del 1536. Nel 1641 anche la famiglia Van Zuylen rimase senza eredi e il castello divenne proprietà di un lontano cugino. Nel 1890, ormai ridotto in rovina, il castello fu ereditato dal barone Etienne Van Zuylen van Nijevelt.Due anni dopo la famiglia Rothschild a cui apparteneva la moglie del barone, finanziò interamente la ricostruzione del castello dalle sue rovine. Fu chiamato il famoso architetto Pierre Cuypers. I lavori terminarono nel 1912.
Dalla pianta pentagonale del XV il castello e i giardini furono ampliati. Ora è composto da due edifici separati ma collegati tra loro da un ponte coperto.
Nel 2001 è iniziata una grande restaurazione del castello e dei giardini.

AREE APERTE AL PUBBLICO :

GIARDINO DELLE ROSE
GIARDINO ROMANO
GAZEBOSALA PRINCIPALE
Originariamente era un cortile interno aperto, è stato chiuso e decorato con un tetto in legno proveniente dalla Slovenia. Ha una scala con galleria a due piani dal quale si possono raggiungere tutte le stanze. È decorata con statue degli antenati del barone e opere di artigianato olandese.
SALA DEL SIGNORE
SALA DEL SIGNORE
Ha un letto composito con baldacchino realizzato con componenti di diversi periodi.
SALA DEI CAVALIERI
Di forma trapezoidale, risale al periodo medievale. Veniva utilizzata dalla famiglia come soggiorno.
BIBLIOTECA
SALA DA BALLO
Fu costruita appositamente per gli ospiti. È decorata con i temi della danza e arazzi fiamminghi del XVI secolo.
SALONE DEL PARRUCCHIERE
CUCINA
L’arredamento è del XIX secolo ma le mura risalgono al medioevo. Ha una cucina a carbone e una vasca con acqua calda e pentolini utilizzati per scaldare le cose o bollirle. È presente una grande collezione di pentole e tegami. Si poteva cucinare per 70 persone.
STANZA DA BAGNO
Fu costruita e arredata secondo i gusti della baronessa Hélèna de Rothschild. Ha una vasca incassata nel pavimento.
RETROCUCINA
Dove si lavavano le pentole.